Maggio

Le lucciole generose

Maggio e giugno sono i mesi delle lucciole, quelli, ovvero, nei quali il grano sta per maturare.

Forse pratica un po' crudele, ma estremamente affascinante e misteriosa per noi bambini, quella di imprigionare uno di questi insettini nei palmi delle mani e chiuderlo sotto un bicchiere rovesciato, in attesa che, la mattina dopo, sparisse e al suo posto ci fosse una moneta, anche solo da 200 lire.

Era affascinante e misterioso vedere sgmbettare su per il vetro, illuminandosi e accendendosi come piccole lanterne, senza riuscire a capire come facessero.

Ovviamente, quasi tutte le volte i genitori, andato a letto il pargolo, riuscivan a liberare il malcapitato insetto prima che spirasse, per mancanza d'ossigeno, e i bambini eran beatamente inconsapevoli di tutto quel che accadeva, una volta posato il capino sul guanciale.

Per chiamare le lucciole si diceva questa filastrocca:

 

Lucciola lucciola vien da me

ti darò il pan del re

il pan del re e della regina

lucciola lucciola vieni vicina

Essere Chiesa Oggi

Foglietto settimanale formativo e informativo della parrocchia di S. Biagio

Essere chiesa oggi

Essere Chiesa Oggi n. 1 24 settembre 2017
Essere Chiesa oggi. n1 24settembre17.pdf
Documento Adobe Acrobat 254.0 KB

Messaggio Pasqua 2017

Messaggio Pasqua 2017
MESSAGGIO PASQUA 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 811.0 KB

Codice QR