Il suono delle campane

Le campane hanno un linguaggio e i caldanesi sono attenti al suono delle loro campane, tanto che anche da lontano sanno capire se si celebra una festa o una festa grossa o si sona "a uffizio” (come si diceva un tempo) o “a morto”, distinguendo persino se a morire è stato un uomo o una donna.

Ecco le varie “sonate”:

 

- Il doppio si usa per le feste grosse e suonano a distesa tutte e tre le campane. In genere, si suona per la messa: si principia a suonare 45 minuti prima (ad esempio, se la messa è alle 11, si suona alle 10:15, alle 10:30, alle 10:45 e quella delle 10:45 si distingue dalle altre, poiché ultima, in quanto ha la coda: mentre cioè si fermano le altre campane la più grande delle tre continua a suonare per qualche minuto). Il doppio si suona anche all’uscita degli sposalizi e durante le processioni.

 

- Prima dell’inizio di ogni funzione religiosa (cinque minuti prima) si suona il cenno; è la campana detta piccina (leopoldina) che fa questo servizio.

 

- Nelle feste e domeniche si suonano la mezzana e la piccina insieme, seguendo il criterio delle feste grosse: tre sonate, e l’ultima con la coda.

 

- Nei giorni feriali (un tempo “a uffizio”) finché le campane erano a corda si suonava la mezzana e la piccina facendo battere un solo tocco all’una e all’altra in modo alternato; dopo che sono state elettrificate non è più possibile, così si è rimediato suonando la mezzana a distesa e subito dopo la piccina in modo che per alcuni secondi le due campane suonino assieme.

 

- L’Angelus alle 7 del mattina, a mezzogiorno e alla sera ore 20 ( detta anche l’“or di notte”) è suonato dalla mezzana.

 

- L’annuncio che in paese è morto qualcuno lo dà il campanone a distesa: suona interrompendosi tre volte se è un uomo, o due se è una donna dando proprio la sensazione di una vita che si spegne; a seguire, tre o due giri di quindici rintocchi. I rintocchi sono suonati ora con i martelli, un tempo muovendo il batacchio con le mani in questa sequenza: piccina, mezzana, campanone.

L’indomani, per il trasporto, si suonano cominciando 45 minuti prima solo i rintocchi; all’ultima sonata viene aggiunto il campanone a distesa. I rintocchi risuonano anche durante il “trasporto”.

Essere Chiesa Oggi

Foglietto settimanale formativo e informativo della parrocchia di S. Biagio

22 maggio 2017

Essere Chiesa Oggi n. 38 22 maggio 2017
Essere Chiesa Oggi n38 21maggio2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 345.3 KB

Messaggio Pasqua 2017

Messaggio Pasqua 2017
MESSAGGIO PASQUA 2017.pdf
Documento Adobe Acrobat 811.0 KB

Codice QR